Le Performance atletiche

Il miele migliora le performance atletiche

Secondo nuovi studi, il miele di manuka aiuta gli atleti a migliorare le loro performance negli sport di resistenza.

Un nuovo studio presentato ai meeting annuali della Biologia Sperimentale ha voluto dimostrare come il miele di Manuka aiuta a migliorare le performance atletiche soprattutto per chi pratica ciclismo a livello agonistico. Lo studio ha descritto il Miele di Manuka come una risorsa di carboidrati per le attività sportive che ha significativamente migliorato risultati e dato energia negli sforzi maggiori.

Negli studi su questo “vantaggio extra”, gli atleti che praticano sport di resistenza trovano supporto nelle risorse di carboidrati bio disponibili, come i tanti integratori sotto forma di gel presenti sul mercato, per sostenere esercizi impegnativi.

“Molti studi hanno identificato i carboidrati come gli elementi fondamentali per sport di resistenza. La maggior parte degli studi hanno dimostrato che un’integrazione con glucosio fornisce la forza extra rimanente. Siamo stati entusiasti di dimostrare che il miele, “un cocktail di vari zuccheri naturali”, ha fornito questa risorsa”, ha dichiarato il Professore Richard Kreider, Direttore dell’Università di Memphis Excercise e Laboratorio di Nutrizione Sportiva. “I carboidrati sotto forma di gel sono preferiti perché sono più facilmente assimilabili e pronti all’uso. Detto questo, però, il miele ha maggiori vantaggi d’uso e un suo sapore gradevole a tutti”, ha aggiunto il Dr. Kreider.

E’ stata eseguita una prova con 9 ciclisti a cui è stato chiesto di assumere 3 integratori a settimana sotto forma di gel per un periodo complessivo di 3 settimane: miele, glucosio o un placebo aromatizzato, senza calorie. Il test di resistenza effettuato ogni settimana è stato di 64 km per ciascun ciclista osservato con strumenti computerizzati per simulazioni e test. Ai ciclisti è stato somministrato 15 grammi di carboidrati sotto forma di gel diluito in 250ml di acqua prima di ciascun 16 km per la durata complessiva del test. Sia il glucosio che il miele hanno prodotto una notevole riduzione verso la fine e un aumento notevole della forza media negli atleti. Dai risultati è stato dimostrato come il miele sia una risorsa alternativa di carboidrati per sport di resistenza. Per coloro che preferiscono assumere prodotti naturali, devono sapere che il miele è un valido supporto alternativo agli integratori in gel.

Studi hanno fatto notare i seguenti miglioramenti:
• Riduzione di 3 minuti per completare i 64 km durante i test (rispetto al placebo) • Aumento della forza del 6% durante i test (rispetto al placebo)
• Stessa performance del glucosio, l’integratore di carboidrati più comune.
• Alta tollerabilità

Questo test clinico è il terzo di una serie di studi condotti sul consumo di miele da parte di atleti. Il primo studio (dove sono stati presi 71 soggetti campione) ha dimostrato che il miele influisce in maniera lieve sul livello di zuccheri nel sangue, rispetto ad altri integratori di carboidrati in gel. Il secondo studio (che ha coinvolto 39 soggetti che praticano sport di forza muscolare) hanno identificato una stretta correlazione tra miele e integrazione di una proteina che rende il miele un valido supporto per il recupero post work-out muscolare.

Questi 3 studi sono stati sostenuti dalla National Honey Board e sono stati effettuati presso l’Università di Memphis Excercise e il Laboratorio di Nutrizione Sportiva sotto la direzione del dr. Kreider. Situata a Longmont, CO, la National Honey Board è un’organizzazione no-profit che sviluppa ricerche e programmi di informazione per i consumatori per accrescere il livello di domanda di miele. Gli studi sono stati eseguiti in collaborazione con IMAGINutrition, Inc., un organismo che si occupa di ricerca e sviluppo tecnologico, con sede a Aptos, CA.